Scuole in cammino per don Tonino Bello

Pace, giustizia sociale e diritti umani. Le scuole pugliesi “in marcia” per ricordare don Tonino Bello.

65
0

Una marcia per affermare il valore assoluto del messaggio di pace, tolleranza e solidarietà di don Tonino Bello. Tantissime scuole provenienti da tutta la Puglia hanno partecipato ieri mattina all’appuntamento promosso in occasione del 25esimo anniversario della scomparsa dell’indimenticato “vescovo degli ultimi”.

Con le scuole per dire “no” a violenze e soprusi: “no” a tutte le guerre

Migliaia di studenti, docenti, dirigenti scolastici e rappresentanti delle istituzioni si sono messi in cammino per percorrere i circa dodici chilometri del tragitto previsto, dalla tomba di don Tonino ad Alessano), fino al santuario “De Finibus Terrae” di Santa Maria di Leuca.
Il via alla marcia, intorno alle ore 9, è stato dato da Sebastiano Leo, assessore regionale all’Istruzione, dopo l’accoglienza di Chiara Vantaggiato, dirigente del “Salvemini”, Anna Lena Manca, dirigente dell’IISS “Don Tonino Bello” di Tricase, Salvatore Accogli, dirigente dell’Ic di Alessano, e Francesca Torsello, sindaco di Alessano.

Scuole in cammino per don Tonino Bello

Spettacoli, musica e balletti

Il lungo, coloratissimo ed ordinato corteo di ragazzi muniti di striscioni e bandiere, ha fatto tappa nel piazzale dei Padri Trinitari di Gagliano del Capo, dove si sono aggregati gli alunni delle secondarie di primo grado. Qui le scolaresche hanno offerto spettacoli musicali e balletti. La marcia è poi ripresa verso il santuario “De Finibus Terrae”. Il corteo è divenuto un interminabile ed entusiasmante fiume di ragazzi poco prima di Santa Maria di Leuca, quando si sono aggiunti anche gli alunni delle primarie.

Il saluto delle autorità

Un efficiente servizio delle Forze dell’Ordine, della Protezione civile e dei volontari, ha contribuito al pieno successo, sotto ogni aspetto, dell’imponente manifestazione (a memoria, prima del genere nel Salento). La marcia si è conclusa nell’area del santuario, intorno alle 14, con il saluto delle autorità. Sono intervenuti, fra gli altri, Sebastiano Leo, assessore regionale, monsignor Vito Angiuli, vescovo di Ugento, Francesca Di Febo, dell’Ufficio scolastico regionale, Leopoldo Laricchia, questore di Lecce, Santo Papa, sindaco di Castrignano del Capo, Giancarlo Piccinni, presidente della Fondazione “Don Tonino Bello”.

È stata un’esperienza straordinaria – ha commentato l’assessore Leo – all’insegna dei valori di don Tonino. Durante la marcia i ragazzi hanno condiviso idee, progetti e i valori del grande Pastore. L’iniziativa rappresenta l’avvio di una lunga marcia che continuerà, ne sono convinto, nei prossimi anni”. “Abbiamo organizzato la manifestazione in poco tempo – ha aggiunto la dirigente scolastica Vantaggiato – non sulle nostre forze, ma sul messaggio di don Tonino. E tutti sono venuti per condividere le emozioni e le speranze. Ha fatto bene al cuore vedere i ragazzi con noi”.

Maria Antonietta Rucco, presidente provinciale Unicef, ha sottolineato: “Non potevamo mancare in questa giornata in cui si sono affermati i temi più cari a don Tonino, quello della pace, della giustizia sociale e del rispetto dei diritti umani. Dove ci sono guerre, soprusi, ingiustizie, i primi a soffrire sono i bambini”.


Tratto da un articolo di Rosario Faggiano per LecceNews24

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.